VITIGNI DEL BORGO

I Vigneti

I vigneti danno vita a uve di diverse tipologie: Nero di Troia, Aleatico, Fiano e Moscato Bianco. I vigneti dell’azienda godono delle particolari condizioni ambientali e climatiche del Tavoliere di Puglia, in una zona che esprime una naturale e storica vocazione alla coltivazione della vite.

Le Uve

Valorizziamo da molti anni uno dei vitigni più antichi e caratteristici della Puglia, il Nero di Troia. Si tratta di un vitigno diffuso soprattutto nel nord della regione, in provincia di Foggia. Le uve di questo particolare vitigno danno vita a vini che esprimono intensità olfattive e caratteri del tutto originali.

grappolo-60

BACCA BIANCA

Fiano

È un antico vitigno a bacca bianca dell’Italia meridionale, la cui coltivazione risale all’epoca romana. In Puglia, sotto gli Angioini (dal XIII al XV sec.), raggiunse una notorietà di rilevante livello. Giunge a maturazione nella prima decade di Settembre.

 

grappolo-60

BACCA BIANCA

Moscato bianco

È un vitigno aromatico a bacca bianca di origini antichissime. Coltivato dai greci prima e dai romani dopo. Il nome sembra derivi da muscum, per il forte aroma caratteristico di quest’uva. È presente nella Daunia da lunghissimo tempo. Giunge a maturazione nell’ultima decade di Agosto.

 

grappolo-ner-60

BACCA NERA

Nero di Troia

È un vitigno a bacca rossa fra i più antichi e caratteristici della Puglia Centro-Settentrionale. Potrebbe essere originario dell’Asia Minore (Troja) e giunto in Puglia durante la colonizzazione ellenica, oppure il suo nome potrebbe derivare dalla città albanese di Cruja, vernacolizzato in Troja. Giunge a maturazione tra la prima e seconda decade di Ottobre.

grappolo-ner-60

BACCA NERA

Aleatico

È un vitigno aromatico a bacca nera di antica coltivazione nel nostro territorio, introdotto in Italia ed in particolare in Puglia dai greci. Giunge a maturazione nella prima decade di settembre.