Sono passati quattro anni.

In questo periodo abbiamo custodito un piccolo grande segreto. Lo abbiamo fatto con attenzione e passione, sottovoce, come quel legame invisibile che unisce il colore bianco al silenzio.

Il Terra Cretosa Falanghina è fresco, comunica con aromi floreali e fruttati. È versatile negli abbinamenti e si sposa con i piatti tipici della nostra tradizione, della tradizione mediterranea.

Abbiamo scelto di impiantare questo vitigno, la Falanghina, perché si adatta benissimo ai nostri terreni, al nostro clima, è un vitigno che qui si sente come se fosse a casa.

Terra Cretosa Falanghina
Ha un’origine remota, probabilmente da antichi ceppi greco-balcanici e il suo nome sembra derivi dai pali di sostegno, detti falanga, a cui veniva legata la vite che aveva un portamento espanso. Un vitigno da una spiccata indole viaggiatrice. Abbiamo scelto di ampliare i vitigni che storicamente caratterizzano la Puglia perché noi di Borgo Turrito siamo simili alla Falanghina, abbiamo un portamento espanso. Vogliamo sempre migliorare e ampliare la nostra offerta, scegliendo le strade che incontrano il gusto dei nostri clienti.

Oltre al Nero di Troia vinificato in rosso e rosé, questo nuovo vino partecipa all’ampliamento di gamma del Terra Cretosa rosato Aleatico. Siamo molto orgogliosi di questo vino perché è come il colore bianco, è la somma di tutti i colori.

È sorpresa, freschezza e profumi.

 

Se ti interessa trovi qui la scheda tecnica in anteprima