LA VIGNA

Le nostre viti crescono prevalentemente su terreni argillosi che hanno la capacità di trattenere più facilmente l’acqua e rilasciarla gradualmente durante i periodi di siccità, tipici del nostro clima.

Coltiviamo principalmente Nero di Troia, vitigno autoctono diffuso soprattutto nel nord della Puglia. Altre uve presenti in vigna sono l’Aleatico e la Falanghina.

NERO DI TROIA

È un vitigno a bacca rossa tra i più antichi e caratteristici della Puglia Centro-Settentrionale. Diverse sono le leggende sulla sua origine. La prima narra del mitico eroe greco Diomede che, conclusasi la guerra di Troia, risalì l’Ofanto portando con sé tralci di vite, in seguito piantati lungo le rive del fiume dando vita all’Uva di Troia.
Altre leggende legano il nome del vitigno alla città pugliese Troia, in provincia di Foggia, o ancora al piccolo borgo di Cruja che, in vernacolo, viene chiamato Troia.

FALANGHINA

La Falanghina ha origini abbastanza misteriose ma il suo nome deriva quasi certamente dal greco falangos, ovvero legata ad un palo. È un vitigno a bacca bianca di origine campane, probabilmente già conosciuto ai tempi dei Romani, che ha trovato in Puglia una seconda casa.
Giunge a maturazione nella seconda metà di settembre e produce vini intensi ed aromatici.

ALEATICO

L’Aleatico è un vitigno a bacca nera semiaromatico caratterizzato da una naturale eleganza. La sua origine è molto dibattuta. Secondo alcuni studiosi sarebbe stato introdotto dai Greci in Italia, ed in particolare in Puglia; altri ritengono derivi dalla propagazione per seme dei Moscati. Qui in Puglia la maturazione è precoce ed ha luogo nella prima decade di settembre.

Start typing and press Enter to search

Il tuo carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte Privacy.